L’ultima giornata della Poule Promozione chiude il campionato regionale di serie C2 del Bellaria Rugby. I ragazzi erano ospiti del Florentia rugby, ultima in classifica e nettamente battuta nella gara d’andata. Stavolta sono stati i viola locali ad avere la meglio: la partita è stata molto combattuta per tutto il primo tempo che finisce 10 a zero per la squadra locale, con la seconda meta segnata sull’ultima azione prima dell’intervallo.  Nel secondo tempo la squadra si spenge un po’ e si subisce  altre tre mete, mentre in attacco non riesce a conquistare granchè e si sa, senza il possesso del pallone le mete non si fanno. Risultato finale 27-0, una prestazione sicuramente non buona peraltro sotto una pioggia battente, che non cambia la valutazione di questa squadra per quanto visto tutta l’annata. E’ stato l’apice di un campionato lungo, forse troppo per la rosa limitata a disposizione, che ha costretto a un girone di ritorno giocato con gli uomini contati senza poter quasi mai disporre di un sufficiente numero di ricambi che avrebbero potuto far rifiatare alcuni ragazzi stanchi e acciaccati. Oggi, comunque, abbiamo tre validi motivi per festeggiare: Una gran bella squadra che ha disputato una grande annata, che ha conquistato con merito la poule promozione con le altre migliori squadre toscane e dove non ha mai sfigurato. Un grande movimento, che negli ultimi anni è definitivamente esploso e ad oggi conta su oltre duecento tesserati dai quattro ai sessantacinque anni e che è conosciuto in tutto il territorio nazionale e non solo.

Ma soprattutto, oggi, dobbiamo festeggiare Nicola “Nik” Califano che lascia il rugby giocato per sopraggiunti limiti di età. Quando un ragazzo vuole scendere in campo a 42 anni significa che ha qualcosa in più, non solo nel fisico ma anche nel carattere!
Grazie di tutto Nik, non potrai più scendere in campo ma sarai sempre uno dei nostri!!!

Torna in alto